Barca con migranti si incendia ed esplode: quattro morti e due dispersi | Feriti due finanzieri

Le fiamme si sono sviluppate durante il trasbordo dei profughi sui mezzi della Capitaneria di porto. I soccorsi stanno recuperando le persone finite in acqua

Un’imbarcazione con una ventina di migranti a bordo ha preso fuoco, per cause ancora da accertare, mentre erano in corso le operazioni di trasbordo dei profughi su unità navali della Capitaneria di porto, al largo di Crotone.

I corpi senza vita di quattro migranti, tra cui una donna, sono stati recuperati in mare mentre altri due risultano ancora dispersi. Sette in tutto i feriti: cinque migranti e due finanzieri che stavano assistendo l’imbarcazione.

Dopo le fiamme, spiega tgcom24, sul natante c’è stata un’esplosione causata, presumibilmente, dal carburante a bordo. I mezzi della Capitaneria e della Guardia di finanza sono entrati subito in azione per recuperare i corpi in mare.

Tra i migranti ci sono cinque feriti: due sono stati portati all’ospedale di Catanzaro con gravi ustioni, mentre altri 3 sono ricoverati a Crotone, dove si trovano anche i due finanzieri feriti. La deflagrazione ha causato a un militare la frattura di una gamba e all’altro ustioni. Presso il Centro di accoglienza di Crotone sono state trasferite invece dodici delle persone che si trovavano a bordo della imbarcazione esplosa.

*foto di Strettoweb

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate