Pauroso incidente in moto GP, moto di Morbidelli e Zarco attraversano la pista e sfiorano Rossi e Vinales

Spettacolare incidente, che poteva causare una tragedia ma fortunatamente si è risolto senza gravi danni, durante il Gran premio della MotoGp in Austria. Dopo un contatto tra Zarco e Morbidelli le moto dei piloti hanno carambolato più volte, attraversando in volo la pista, proprio sulla traiettoria di Valentino Rossi e Maverick Vinales, sfiorandoli ma senza colpirli. Zarco si è rialzato subito, Morbidelli è stato sottoposto ad una Tac di controllo, ma è uscito dal centro medico del circuito sulle proprie gambe.

La gara poi è ripresa ed è stata vinta da Andrea Dovizioso su Ducati. Seconda la Suzuki dello spagnolo Joan Mir, terza un’altra Ducati, quella dell’australiano Jack Miller.

Hafizh Syahrin, 26 anni, decima stagione nel motomondiale, deve la vita ad una buona dose di fortuna, all’abilità dei colleghi che gli sono sfrecciati intorno, riuscendo a schivarlo mentre lui rotolava sull’asfalto, ultimo ma non ultimo, all’airbag che dal 2018 è obbligatorio in tutte le categorie.

Nella MotoGp è stata invece una enorme dose di fortuna a far sì che le moto di Johann Zarco e Franco Morbidelli, impazzite dopo un contatto, abbiano solo attraversato le traiettorie di Valentino Rossi e Maverick Vinales, senza toccarli.

Soprattutto il primo, che s’è visto sfrecciare a pochi centimetri dal casco i 160 chili della Yamaha di Morbidelli. Il francese è ha riportato una forte escoriazione ad un fianco. L’italiano è stato sottoposto ad una tac. Nessun danno grave, ma resterà 24 ore in osservazione.

In Moto2 è stato probabilmente l’airbag inserito nella tuta – capace di gonfiarsi in 15 millisecondi per proteggere schiena e cassa toracica – ad evitare danni peggiori a Syahrin. LEGGI ANCHE: Moto2, grave incidente ad inizio gara: Bastianini moto distrutta, Syahrin a terra

MotoGP, l’ordine di arrivo

1    A. DOVIZIOSO    28:20.853
2    J. MIR    +1.377
3    J. MILLER    +1.549
4    B. BINDER    +5.526
5    V. ROSSI    +5.837
6    T. NAKAGAMI    +6.403
7    D. PETRUCCI    +12.498
8    F. QUARTARARO    +12.534
9    I. LECUONA    +14.117
10    M. VINALES    +15.276