Poliziotto prende il caffè al bar e lo paga 50 euro: “Siete stati chiusi cinquanta giorni”

I protagonista è un avventore abituali del locale di Marsala (Trapani) e del capoluogo sardo. Contanti e una busta con soldi per ripagare il periodo di lockdown

Ordina un caffè al bar, poliziotto consegna una banconota di 50 euro alla cassiera, ma non vuole il resto.

A raccontare il fatto accaduto in un bar di via Roma, a Marsala (Trapani) è il quotidiano online Tgcom24.

La sorpresa, al riavvio della fase 2 per i bar.

E’ accaduto infatti nel primo giorno di riapertura del locale dopo il periodo di interruzione dell’attività a causa dell’emergenza coronavirus. Il protagonista è un cliente abituale del bar, poliziotto, che alla cassiera, stupita, ha detto: “Tieni pure il resto. Siete rimasti chiusi 50 giorni. E’ il minimo che io possa fare”.

Il cliente si è poi congedato dalla cassiera spiegando: “Sono una persona fortunata. Ho uno stipendio da dipendente pubblico che è pagato dalle tasse che anche tu versi, a domani”.

A parlarne, il sindaco Alberto di Girolamo: “Cari amici, il generoso gesto di un nostro concittadino sta facendo il giro del web ed è riportato da tante testate giornalistiche nazionali. Un poliziotto marsalese ha ordinato un caffè presso un bar di via Roma di cui è cliente abituale e nel pagare ha consegnato una banconota di 50 euro ma non ha vuluto il resto, dicendo alla cassiera “Tieni pure il resto. Siete rimasti chiusi per 50 giorni, è il minimo che io possa fare. Sono una persona fortunata, ho uno stipendio da dipendente pubblico che è pagato dalle tasse che anche tu versi. A domani.”

Analoga vicenda, racconta ancora il giornale, a Cagliari, dove una cliente affezionata del bar Shabby Shine, consumato il caffè, ha lasciato una busta con contanti.

Poi un bigliettino: “Questo è il mio piccolo sostegno, come se nei mesi di marzo e aprile mi fossi presa un caffè al giorno”.

Una sorpresa per le ragazze tornate dietro il bancone che durante il lungo periodo di chiusura, con gli spazi ristretti, vedevano sempre più difficile anche la ripartenza

“Come non commuoversi”, scrivono le titolari Jessica e Cinzia, “arriva una tua cara amica e cliente da 5 anni e ti poggia sul banco questo: ha pagato tutti i caffè che non ha preso in questi mesi. Grazie di cuore”.