Roma, scossa di terremoto sveglia la città. Magnitudo di 3.3

Una scossa di terremoto appena pochi minuti dopo le 5 ha accolto l’apertura della nuova settimana dei cittadini romani

Scossa di terremoto avvertita distintamente.

E’ successo alle 5.03 della giornata di oggi, lunedì 11 maggio: la scossa di terremoto è stata nitidamente sentita nella capitale.

La magnitudo, riportano i giornali, è di 3.3. Epicentro ad un profondità di 10Km a circa 5km dalla zona Fonte Nuova, nel nord est di Roma.

Numerosi sono i cittadini che stanno scrivendo su facebook e twitter quanto ‘vissuto’ in queste ore.

La scossa, come sovente capita, è stata preceduta da un forte boato. Proprio questo è il tema centrale delle testimonianze apparse in queste ore sui social.

La scossa romana di queste prime ore della giornata è stata percepita, secondo i racconti, come breve ma intensa.

Sono tantissimi i cittadini svegli da subito e che si sono riversati online per condividere e raccontare la loro esperienza.

In molti spiegano di essersi svegliati proprio per via della scossa. “Svegliarsi così con fuori covid uccelletti e tuoni. Eccheccazzo 2020” scrive una utente su twitter.

Non si segnalano danni a cose o persone.

Cos’è il boato?

Come spiegano gli esperti, il “boato”, spesso segnalato in questi episodi, viene generato dall’energia sismica che da materiale solido raggiunge a forte velocità un altro materiale di propagazione che è l’atmosfera.

Parte di questa energia nel passaggio di materiale si trasforma in onda acustica.

La protezione civile

“Non parliamo di una forte scossa di terremoto, questa è una magnitudo frequente nel nostro paese. Scosse come queste di magnitudo 3.3 ne registriamo centinaia se non migliaia durante l’anno”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate