Si torna alla “normalità”: fotografato uno sversamento di liquami in mare

Si ritorna alla normalità dopo l’emergenza Coronavirus? Non lo sappiamo ancora, quel che è certo è che ad esser tornato nella norma è la mancanza di rispetto per l’ambiente

Dopo il lockdown infatti torna l’inquinamento del mare con uno sversamento di liquami. Da lunedì 4 maggio infatti con la riapertura delle attività, è ritornato anche il mare sporco.

I liquami che si vedono nella foto pubblicata dalla redazione napoletana di Repubblica, è quello che sembra stia succedendo nella zona della foce del canale Agnena, ovvero la zona tra Castel Volturno e Mondragone.

Nell’immagine, che sta facendo il giro del web, si vede una enorme macchia nera che sarebbe stata fotografata da un drone alla foce del canale.

Sul posto, sempre secondo quanto racconta repubblica, vi è anche un brutto odore.

Sversamento di liquami in mare

L’odore viene sentito fino a centinaia di metri di distanza. La natura degli scarichi dovrebbe risalire a qualche allevamento di bufale che si trova lungo il percorso del canale.

Fatto sta che da alcuni giorni gli scarichi continuano. In corso le verifiche.

“Ho allertato il commissario del Consorzio di Bonifica – spiega Peppe Scialla il consigliere comunale di Castel Volturno – che in mattinata dovrebbe fare un sopralluogo sul posto con i droni. E’ stata allertata anche la capitaneria di porto che è già stata sul posto”.