Il figlio si sposa di nascosto: finisce a botte

Il diverbio in casa del padre che aveva invitato gli sposini per consegnargli il regalo di nozze. Motivo del suo no: “Fidanzamento troppo breve”

Non era d’accordo sul matrimonio del figlio: non un bambino ma un ragazzo, oramai uomo, di 28 anni lui come la moglie.

E’ questo causa di diverbio, finito in violenze, tra un padre e un figlio. Siamo a Genova, nel quartiere di Sampierdarena, dove un papà, italiano di origini napoletane, è venuto a sapere dopo un mese dell’avvenuto matrimonio del figlio.

Una ferita. Anche perchè sembra che l’uomo non vedesse di buon occhio la futura nuora. L’uomo per avere un chiarimento con il figlio ha pensato allora di invitarlo a casa, con la scusa della consegna di un regalo di nozze.

Quando i due si sono visti, spiega Michele Varì su Telenord, è esplosa una lite che in un crescendo è culminata con schiaffi e spintoni. Un diverbio nato in casa e proseguito in strada tanto che per calmare i due sono stato costretti ad intervenire i poliziotti delle volanti.

All’arrivo della polizia, entrambi hanno rifiutato di farsi medicare al pronto soccorso.

“Impossibile sapere se alla fine della lite il padre sia riuscito a digerire la scelta del figlio. Il motivo del suo ostracismo al matrimonio? Un classico: non gli piace la futura nuora.” racconta ancora Varì.

“Risultato: il figlio, che invece della ragazza è innamorato pazzo, si è sposato di nascosto e lo ha riferito al papà (il ruolo della mamma in questa storia non è ben chiaro e di ipotesi se ne fanno tante) a cose fatte, un mese dopo il fatidico giorno del sì.”