Scomparsa di Sabrina, Alessandro Pasini ha dato alcune informazioni: si cerca il cadavere

Sono riprese la ricerche del cadavere di Sabrina Beccalli, la donna scomparsa nel giorno di Ferragosto a Crema, dopo l’interrogatorio di Alessandro Pasini, l’amico di 45 anni fermato con l’accusa di omicidio volontario e occultamento di cadavere. Sentito dagli investigatori, il presunto assassino non si è più avvalso della facoltà di non rispondere ma, come dichiarato dal suo legale, Paolo Sperolini, “ha dato la sua versione dei fatti e non ha confessato il delitto”. Pasini ha risposto alle domande del giudice per le indagini preliminari per circa un’ora e mezza. Si attende la convalida dell’arresto e la conferma della custodia cautelare in carcere, come richiesto dal pubblico ministero.

Si cerca il cadavere di Sabrina nelle campagne di Vergonzana
Le operazioni di ricerca si stanno quindi concentrando a Vergonzana, la frazione di Crema in cui è stata trovata l’auto in fiamme della donna su cui Pasini sarebbe stato immortalato in alcune riprese delle telecamere di videosorveglianza della zona. I carabinieri sono arrivati con diversi mezzi chiudendo il transito ai non addetti alle ricerche. Ora, batteranno tutti gli angoli delle campagne e i canali adiacenti dove ieri, giovedì 20 agosto, sono stati ritrovati dei sandali poi riconosciuti dai famigliari della donna quali di proprietà di Sabrina.

Rilievi dei Ris nelle abitazioni di Pasini, la ex compagna e Sabrina
Nel frattempo, sia nella giornata di ieri, che in quella di oggi, i Ris dei carabinieri hanno effettuato i rilievi scientifici all’interno delle abitazioni della ex compagna del presunto omicida, di Alessandro Pasini e di Sabrina, tutte e tre poste sotto sequestro. Il procuratore avrebbe infatti voluto sentire anche l’allora fidanzata del fermato per ricostruire con esattezza il quadro della sua personalità. Non è chiaro, invece, se possa essere giudicata parte attiva all’interno della vicenda.