Zanardi, concluso l’intervento: “Condizioni gravissime”

Alex Zanardi è ricoverato in condizioni gravissime. Il bollettino ufficiale comunicato dall’ospedale di Siena ha confermato le preoccupanti condizioni dell’ex pilota causate dal violento trauma cranico riportato nell’impatto con il camion che lo ha travolto. I medici hanno ritenuto inevitabile l’operazione di urgenza.
Di seguito il testo del bollettino emanato dall’Azienda ospedaliero-universitaria di Siena sul delicato intervento di neurochirurgia al quale è stato sottoposto. Adesso è ricoverato nel Reparto di Terapia Intensiva.

“L’ex pilota automobilistico Alex Zanardi è ricoverato in condizioni gravissime. Alex è stato trasportato con l’elisoccorso Pegaso ed è atterrato all’ospedale di Siena alle ore 18. È stato subito preso in cura dai professionisti del pronto soccorso, valutato in shock room e le sue condizioni sono gravissime per il forte trauma cranico riportato e è stato sottoposto ad un delicato intervento di neurochirurgia”.

LA DINAMICA DELL’INCIDENTE

Sembra molto più chiara la dinamica dell’accaduto. Pare che Zanardi abbia perso il controllo dell’handbike: secondo il commissario tecnico della nazionale di Paraciclismo Valentini, l’atleta avrebbe commesso un errore e per questo è finito nella corsia opposta. Sfortuna ha voluto che in quel momento transitasse un camion.
L’impatto è stato inevitabile.

“C’è un rettilineo lungo, in discesa, al 4%, dicono che si sia imbarcato e abbia preso un autotreno sul montante davanti. L’autotreno si e’ spostato di un metro ma l’ha preso uguale – ha ammesso Valentini a Radio Capital -. Non c’ero, ero staccato. Era una giornata di sole, tutti contenti, eravamo a 20 km da Montalcino, ci aspettavano tutti… non ha sbagliato l’autotreno, ha sbagliato Alex, ha imbarcato.”

“Zanardi era allegro, come sempre. Sulla salita gli ho fatto vedere l’aranciata, mi ha urlato dammene un po’! Si scherzava, e in discesa andava piano, non era una grande discesa… e poi c’era il rettilineo… all’imbocco della curva ha cambiato traiettoria. E ha fatto una manovra azzardata. Ha preso con la leva della pedivella sinistra il montante dove salgono gli autisti, ha girato due tre volte, il casco non ha retto, gli è saltato. C’è voluto per far arrivare l’elicottero, siamo in mezzo a un bosco e hanno dovuto spostarlo. Dall’incidente ai soccorsi sono passati venti minuti, ma c’è voluto molto per metterlo su, lo assisteva la moglie. Ma dopo l’incidente parlava. Sull’ambulanza non lo so.”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate