Napoli, barbiere accoltellato da un cliente: voleva un taglio senza prenotazione

Il barbiere Vito Simeoli è stato accoltellato nella sua bottega, dopo che si era rifiutato di tagliare i capelli al cliente perché senza prenotazione. Il cliente ha reagito in maniera violenta accoltellandolo con le forbici e mandandolo in ospedale.

La vicenda è accaduta all’interno del “Vito Simeoli Saloon” di cui il barbiere è titolare. Alla base della vicenda, ci sarebbe una lite scaturita dopo il rifiuto del barbiere di tagliare i capelli all’uomo, giunto alla bottega senza la prenotazione (divenuta obbligatoria dopo la pandemia da coronavirus). A quel punto l’uomo avrebbe afferrato le forbici da taglio presenti nella bottega del barbiere, accoltellandolo con diversi fendenti.
Quattro le volanti dei carabinieri giunte sul posto.

Vito Simeoli si trova adesso al pronto soccorso dell’ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli per ricevere le cure necessarie, mentre l’aggressore è stato arrestato. Si tratta di un giovane di 29 anni, che fino al momento dell’aggressione è rimasto tra i clienti in attesa del proprio turno per entrare nella bottega.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate