Cinquanta centesimi in più sullo scontrino per dividere la sfogliatella: il titolare risponde

Il titolare di un locale divide la sfogliatella. Fin qui niente di strano, forse solo una “offesa” per chi adora la prelibatezza partenopea, ma nulla di più.

Non fosse che, per dividere la sfogliatella, sullo scontrino vengono aggiunti 50 centesimi. L’evento, successo a Napoli, viene denunciato da Rosario Stornaiuolo, presidente di Federconsumatori .

“Incredibile e ridicolo un bar che aggiunge 50 centesimi allo scontrino perché taglia in 2 la sfogliatella. Fermiamo queste pazzie. Non è una questione di 50 centesimi ma di etica nel commercio”.

Nel frattempo il titolare del bar risponde alle critiche: “riguarda i 50 centesimi della divisone della sfogliatella, ci tengo a precisare che offriamo un servizio e non si tratta solo di dividere la sfogliatella ma di servire il dolce in 2 piattini e con 2 posate al tavolo”.

Numerosi i commenti

“dividere la sfogliatella è un sacrilegio andrebbe punito non pagato” ha sdrammatizzato un utente.

LEGGI ANCHE: Scontrino al bar da 21 euro, scoppia il caso. Il gestore si spiega

 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate