Migranti, Pianese (Coisp): agente ferito a Marsala, ennesimo atto contro Forze dell’Ordine

Rivolta a Marsala, con 40 migranti che sono fuggiti (tutti di nazionalità tunisina) e un ispettore di polizia ferito a seguito della colluttazione avvenuta tra gli ospiti del centro e gli agenti che volevano evitare la fuga.

Succede a Marsala dove è stato ferito un ispettore di polizia in servizio presso il commissariato di Castellammare del Golfo. Non è stato colpito, ma è caduto da un muro che tentava di scavalcare, fratturandosi gravemente la gamba sinistra.

“Quello che è accaduto a Marsala e che ha portato un agente della Polizia di Stato a riscontrare gravi lesioni durante l’inseguimento dei 40 tunisini fuggiti dal Cas, è l’ennesimo episodio che vede le Forze dell’Ordine portate allo stremo in seguito alle rivolte dei migranti”.

Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp.

“L’escalation di violenza delle ultime settimane orchestrata dagli ospiti dei Centri nei confronti dei poliziotti, è la conferma di quanto il sistema di accoglienza italiano sia ormai al collasso. Sono troppo pochi gli agenti a tutela dell’ordine pubblico nei Centri di accoglienza e troppi i migranti ospitati.

Le donne e gli uomini in divisa – continua – fanno sempre il massimo ma non è più possibile sopportare questa situazione: già costretti a turni massacranti, a ore di straordinario obbligate e a poche accortezze per la loro incolumità fisica, non possono rischiare perfino la vita per arginare una situazione alla quale il governo non sembra voler porre rimedio” conclude.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate