Caso Floyd, cambia l’imputazione per Derek Chauvin. Arrestati anche gli altri tre colleghi

Lʼex poliziotto che ha arrestato lʼafroamericano George Floyd ora rischia fino a 40 anni di carcere. Continuano le manifestazioni pacifiche nelle principali città Usa

Notizie da Minneapolis, dove il procuratore ha riqualificato le accuse contro Derek Chauvin, il poliziotto che nei noti video diffusi in rete, si vede con un ginocchio sul collo George Floyd.

L’ipotesi di reato cambia da terzo a secondo grado.

L’oramai ex poliziotto quindi adesso rischia fino a 40 anni di carcere. Non solo, la novità arriva con la richiesta del procuratore dell’arresto degli altri tre colleghi coinvolti.

Per loro l’accusa è di complicità

La richiesta della procura per la cauzione è stata fissata a un milione di dollari. Derek Chauvin era già stato arrestato qualche giorno dopo i fatti.

Tutti gli agenti sono adesso agli arresti. Aleksander Kueng si è consegnato spontaneamente, Thomas Lane e Tou Thao sono stati portati in carcere in seguito all’ordine.

“E’ un passo importante verso la giustizia” dice la famiglia, per mezzo dei suoi avvocati.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate