Cosa è successo ad una persona sana e sportiva dopo un mese di ricovero in ospedale

Cosa succede a una persona sana? Gli effetti della terapia intensiva e del covid sul fisico, in una foto di impatto pubblicata su instagram

Sono sempre più numerose le testimonianze che arrivano da tutto il mondo circa i disastri sul fisico causati dal coronavirus fino a, purtroppo, i casi più estremi.

Una testimonianza arriva da San Francisco, una foto di impatto pubblicata su Instagram da Mike Schultz, infermiere di un ospedale locale.

Mike, 43 anni e amante della palestra, ha pubblicato una foto di confronto prima-dopo: la prima scattata qualche giorno prima della malattia e del ricovero, la seconda dopo aver passato le peggiori ore della sua vita in una terapia intensiva.

Tra una foto e l’altra, circa un mese di tempo.

L’infermiere è stato intubato per alcune settimane, dunque incosciente. Impossibilitato a muoversi, in fin di vita.
Il fisico lo sappiamo, si recupera: l’importante è essersi salvati.

Certamente, come testimonianza, quella fotografica è davvero di impatto. L’atleta è passato da un peso di 86 kg ad un peso di 63.

Sentito dal network BuzzFeed News, Mike Schultz ha spiegato che nelle fasi principali del ricovero aveva perso completamente il senso del tempo.

Nelle successive settimane, la debolezza fisica e la stanchezza mentale da recuperare. L’atleta infermiere non soffriva di malattie pregresse e potrebbe aver contratto il covid nel corso di una festa con amici.

Nelle settimane successive infatti, oltre trenta partecipanti sono risultati positivi ad un tampone e seguiti dagli ospedali del posto. Tre amici dello stesso infermiere sarebbero morti.

LEGGI ANCHE: Pensava che il covid fosse un complotto, poi si è ammalato. Ora avvisa tutti: “fate attenzione, non abbassate la guardia”
LEGGI ANCHE: Così il virus si può diffondere in 30 minuti se al buffet c’è un positivo: l’esperimento