Coronavirus, l’esperto: “i pazienti di oggi sono meno gravi”

La notizia che da qualche settimana circola sui media riguarda la perdita di forza del coronavirus.

Coronavirus. A parlare questa volta è Giuseppe Remuzzi, direttore dell’istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri.

L’esperto in materia spiega che i malati di questi giorni sono molto diversi dai primi casi. E la continuità della condizione dei pazienti può far pensare ad una mutazione o a un indebolimento del virus.

“Prima arrivavano nei pronto soccorso 80 persone tutte con delle difficoltà respiratorie gravi, oggi ne arrivano dieci e otto le puoi mandare a casa. La situazione è cambiata ovunque, non solo a Bergamo e a Milano, ma anche a Roma e Napoli”.

Si tratta di ipotesi, l’affermazione infatti non è ancora certa: “l’unica cosa che posso dire è che sembra di essere di fronte a una malattia molto diversa da quella che ha messo in crisi le nostre strutture all’inizio della pandemia”.

 

Gli ultimi pazienti del periodo sembrano mostrare crisi meno gravi rispetto ai primi. La situazione sembra essere cambiata ovunque, non solo in Lombardia ma anche a Roma e Napoli.

Il direttore dell’istituto di ricerche inoltre, si  dice ottimista rispetto la cura con il plasma tanto discussa.

L’esperto chiarisce però che prima di tirare un sospiro di sollievo sarà necessaria una verifica approfondita per mezzo delle corrette prove e sperimentazioni.

LEGGI ANCHE: “Il Coronavirus diventerà una normale influenza”: parla il virologo Massimo Clementi

Giuseppe Remuzzi spiega ancora che in questo senso i passi in avanti sono notevoli e si dichiara ottimista sul fatto che un metodo di cura concreto potrebbe giungere in uso collaudato anche prima del vaccino.

Se così fosse, chiaramente, la cosa darebbe maggiore possibilità di organizzazione del sistema sanitario italiano.

Giuseppe Ramuzzi

“Ci sono già diverse compagnie che ci stanno lavorando e sono molto avanti”.

E ancora: “Ci arriveranno presto, secondo me prima del vaccino, e in quel caso saremmo realmente davanti a un uovo di Colombo perché non sarà più necessario avere un donatore”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate